Luna piena e papaveri.

Mix di seduzione, femminilità, pienezza, oblio, dubbi e immaginazione, finta passione, storditezza…

In questo mese di maggio nei campi non coltivati e sui bordi delle strade è facile trovarli e difficile resistere alla tentazione di non raccoglierli.

Il papavero o “papoula dormideira” è la prima pianta ad essere utilizzata per estrarre gli alcaloidi.

La luna piena di questo mese, la super luna è infatti la luna dei fiori (occhio alla prossima super luna: il 24 giugno!) e se non è sufficiente, arriva l’eclisse il 26 maggio!

Luna Dei Fiori – tecnica mista 15×20 cm

Con tutte queste energie forti ed opposte, l’invito è la creazione di un giardino, il giardino del cuore; la celebrazione della bellezza, ovvero l’accettazione del proprio corpo e lo star bene con sè stesse, sentirsi femmine, donne, meglio se selvagge. O come l’imperatrice dei tarocchi di Marsiglia che significa creare ed agire, comunicare ed esprimersi. Non è a caso che la festa della mamma è a maggio per celebrare gli attributi della donna, colei che crea, che feconda, che nutre e fiorisce.

Ogni madre ha un messaggio, così come ogni luna ha il suo ed il nostro giardino va curato e pulito togliendo rami secchi come la paura e le delusioni, sensi di colpa e abbandono. Va rimossa la terra per poi piantare il seme dell’Universo e far nascere bellissimi fiori, godere di noi stesse, curarsi, amarsi.

Buon giardinaggio a tutte!